Come lavoriamo

Nuove tecnolgie e materiali innovativi, rendono unici!

Le nostre strutture sono realizzate con il sistema costruttivo Xlam, chiamato anche CLT (Cross Laminated Timber): è un compensato di tavole a strati incrociati, con le fibre a 90 gradi. E' definito il "muro di legno".
Si tratta di un sistema costruttivo scatolare in rapidissima espansione. Ormai si costruiscono senza difficoltà palazzi di 9/10 piani in tutta Europa. Il compensato di tavole si impiega sia per la costruzione della parete, sia per la costruzione del solaio.
I giunti fra pareti, ben progettati, dissipano i movimenti tellurici.
Il prodotto sopporta i carichi verticali come un insieme di pilastri; sopporta i carichi orizzontali come un insieme di travi capaci di distribuire i carichi concentrati su tutta la superficie, sia in orizzontale, sia in verticale.

Per quanto riguarda l'isolamento sfruttiamo le elevatissime prestazioni degli isolanti termoriflettenti, prodotti che derivano dalla tecnologia NASA per i programmi spaziali. Appositamente studiati per l'impiego nell'edilizia civile e industriale, consentono di ottenere prestazioni eccezionali ed un elevato risparmio energetico che, ancor più delle energie alternative, rappresenta il modo più immediato e corretto per ridurre l'inquinamento atmosferico e salvaguardare l'ambiente.
Gli isolanti termoriflettenti devono le loro elevate performance alla riflessione del calore trasmesso per radiazione.

Le nostre strutture isolate con i materiali termoriflettenti garantiscono:

  • pareti interne più calde in inverno e fresche in estate;
  • minori moti convettivi all'interno dell'ambiente;
  • miglior comfort abitativo a parità di temperatura interna;
  • raffrescamento e riscaldamento degli ambienti più rapido.

FASE 1

Sopralluogo e visita del luogo di intervento, scelta del tipo di struttura, dimensioni, destinazione d'uso, elementi accessori e valutazione delle piante che accoglieranno la struttura.

FASE 2

Progettazione preliminare

Studio di fattibilità con indagine della situazione locale della Proprietà, dei vincoli in essere, delle reali possibilità edificatorie, in interfaccia con gli organismi locali competenti.

Studio di fattibilità

  • Sopralluoghi tecnico-operativi;
  • Interfaccia con il Professionista incaricato della redazione delle pratiche comunali;
  • Progettazione preliminare con 3 differenti soluzioni stilistiche;
  • Sviluppo della progettazione architettonica della soluzione prescelta, con modellazione tridimensionale ed inserimento virtuale della soluzione stessa nel contesto ambientale;
  • Verifiche strutturali della soluzione prescelta;
  • Progettazione preliminare con 3 differenti soluzioni stilistiche;
  • Progettazione architettonica finale, necessaria all'ottenimento dei permessi comunali, già pronta da inoltrare alla (eventuale) fase realizzativa.

Richiesta di autorizzazione

Eventuale richiesta di autorizzazione (ove non eseguita da altro Tecnico locale di fiducia della Proprietà), formulata in base all'esito dello studio di fattibilità, inoltrata agli organismi locali competenti.

Una volta definita la FASE 2 si potranno avviare le pratiche per l'ottenimento dei permessi comunali e successivamente inizierà la fase produttiva che verrà preventivata in base al progetto architettonico prescelto dal committente.

FASE 3

  • Presentazione del progetto, offerta economica e timing di esecuzione della struttura.
  • Condivisione dei dettagli funzionali ed estetici e realizzazione del progetto esecutivo per inizio lavori di produzione.
  • Prefabbricazione della struttura in stabilimento.
  • Realizzazione piattaforma di sostegno presso il luogo di intervento.
    Montaggio della struttura, esecuzione impianti, finiture interne, esterne ed accessorie.
  • Collaudo.

Qualora fosse necessario e si verificasse una situazione particolare, siamo in grado di offrire il servizio di:
  • Perizia agronomica (4 opzioni da valutare con il committente):
    - Analisi con dendrodensimetro
    - Analisi con dendrodensimetro e tomografia sonica 2D
    - Analisi con dendrodensimetro e tomografia sonica 3D
    - Analisi con dendrodensimetro e prove di trazione (pulling test)
  • Perizia geologica
    - Realizzazione di n. 2 prove penetrometriche dinamiche per la caratterizzazione geotecnica del terreno
    - Relazione geotecnica
  • Scansione 3D delle alberature interessate
    - Laser scan 3D